Toccare il centro di noi stessi

Toccare il centro di noi stessi.   Riuscire a toccare il nocciolo, il cuore di ciò che accade, non è facile.   Ma la difficoltà non è in cos’altro dobbiamo imparare. La difficoltà sta nel riuscire a crederci davvero e nel riuscire a “disinstallare” le convinzioni profonde che ci tengono nella condizione dalla quale vorremmo uscire. Disinstallare, Non riprogrammare! Di … Continue reading

Cose che si ripetono

Ci hai fatto caso che certe cose vanno un po’ a periodi? Hai notato che ci sono periodi in cui certe cose si ripetono frequentemente? Perché? Ciò che è successo nella parte materiale della tua vita, ormai è successo. Ma se continui a pensarci, dentro di te sta ancora accadendo, si sta ripetendo continuamente in te e questo, inconsapevolmente cercherà … Continue reading

Esperienza e Consapevolezza

Esperienza e consapevolezza. Tutti abbiamo vissuto una serie di esperienze durante la vita, ma di quante di quelle esperienze, abbiamo davvero “fatto esperienza”? Crediamo che, (per esempio) l’aver passato una notte al freddo sia stata una esperienza vissuta, ma, di quell’evento, quanto abbiamo “colto” (e raccolto)? Quello che sto per proporre potrebbe sembrare paradossale, ma se segui fino in fondo … Continue reading

Pillole di AutoOsservazione&Meditazione 1

    Da una foto o dallo specchio, osservando una nostra foto o guardandoci allo specchio. Se la scienza ha dimostrato che, la forma del naso, la forma degli occhi, il modo di camminare, il modo di scrivere (la calligrafia), la postura, la mimica facciale, il modo di gesticolare, il modo di presentarsi, la pressione e il calore (o freddezza) … Continue reading

AutoOsservazioni di un contadino dalla meditazione alla vita quotidiana

se non ritornerete come bambini, non entrerete mai. Gesù
rendi conscio il tuo inconscio, altrimenti lui comanderà la tua vita e tu lo chiamerai destino. Jung

queste due citazioni, se comprese in profondità potrebbero essere la chiave della guarigione della vita, buona lettura. Continue reading

Pace e Inconscio collettivo.

Se, quando viviamo un’esperienza, la viviamo pienamente, senza cercare di sfuggirle, è molto alta la probabilità che non si presenterà più quel tipo di sofferenza interiore e soprattutto, già nel viverla, la stessa esperienza, sentita pienamente invece che con un sentimento di fuga dalla situazione, diventerà più vivibile e sostenibile, più umana e allo stesso tempo animica.

Dovremmo sempre vivere pienamente quello che stiamo sperimentando adesso, qui, ora.

In questo momento c’è già tutto quello che serve a quel motore interiore (l’insieme di anima e inconscio) che ci hanno messi in questa situazione e che continueranno a farlo fino a quando non avremo la maturità di fermarci e “stare”.

Si, stare nella situazione, pienamente, senza più scappare ne fisicamente, ne mentalmente, con le mille opportunità di distrazione che cerchiamo (e troviamo) continuamente, proprio per scappare.

Non si scappa solo fisicamente, si scappa anche distraendosi. Continue reading

Parole, pensieri e salute

Un professore universitario americano disse…

>>Un bicchiere d’acqua preso dal tavolo e bevuto non pesa granché
Un bicchiere d’acqua tenuto in mano per 15 minuti farà sentire il suo peso perfino ad un forzuto palestrato, nonostante si tratti di un peso modesto.<<< Ora immagina se quello stesso bicchiere ce lo portiamo con noi ovunque, notte e giorno, al lavoro, in famiglia, in vacanza, nel sonno... Il suo peso diventerà insostenibile... eppure è solo un bicchiere d'acqua! Facciamo un esperienza di percezione adesso. Siediti o (se puoi) sdraiati e prendi una posizione comoda tanto da rilassare tutto il corpo... Fai un minuto di respirazione consapevole, cioè non forz... Continue reading

La compassione consapevole.

non tutto si può spiegare con ragionamenti mentali, anzi, proprio l’autoguarigione la si può trasmettere più dal cuore, da cuore a cuore che con mille parole e ragionamenti più o meno logici.

la qualità fondamentale per trasmettere questa comprensione è la compassione consapevole e matura. Continue reading

Dinamiche e doni dell’inconscio.

Dinamiche e doni dell’inconscio. 14 maggio 2017. Giusto un anno fa, a pochi giorni dalla perdita di papà, la sera del 14/15 maggio, stando a letto, non riuscivo a prendere sonno.   I pensieri si rincorrevano, pensavo, pensavo, pensavo e (forse) “ragionavo”.   Mi sono alzato dal letto, sono andato in dispensa e ricordo di aver preso tre cose da … Continue reading

(in)consapevolezza alimentare e scelta vegetariana.

Vi racconto una cosa che mi è successa quasi un’anno fa, subito dopo il funerale di mio Padre, che può spiegare perfettamente il senso delle nostre scelte alimentari, anche a proposito della carne, come di ogni cosa che crea problemi di salute e che continuiamo “regolarmente” a mangiare (la carne non è l’unica cosa tossica che mangiamo). Una settimana dopo il funerale di … Continue reading

“Stare” consapevolmente (nelle nostre emozioni)

Stare, re-stare, sentire senza voler interpretare, senza giudicare, riuscire a NON voler adattare il percepito, per sembrare più grandi di quel che siamo… Stare nella “sofferenza del momento”, silenziosamente, quasi (ma non proprio) passivamente… ma consapevolmente. Però… Chi interpreta? Chi giudica? Chi adatta la realtà a quel che vuole sembrare? La nostra mente.   Chi è la nostra mente? É … Continue reading

il senso delle esperienze “negative”

dare un senso alle esperienze “negative” non è facile, purtroppo però fanno parte della vita quotidiana e troppo spesso si ripetono pur scappando dalle varie situazioni nelle quali di solito si manifestano… cosa si può fare per comprenderne il senso profondo?
Alcuni grandi Maestri ci hanno insegnato l’arte dello “stare nell’emozione” senza scappare, senza sfuggirla, per comprenderla in profondità.

cosa dobbiamo comprendere? Continue reading

Come ascoltare il bambino interiore

Dovremmo imparare a trattare le nostre emozioni allo stesso modo come faremmo con un bambino… perchè così facendo ci daremo la possibilità di rivedere e rivivere quella scena e comprendere oggi quel che non comprendemmo in quel momento dell’infanzia che con questa sofferenza è stato rievocato. Continue reading

storia di un uomo affranto di Antonio Albanese

però…

però io ogni volta che sento quella voce un pò mi vergogno e quasi mi imbarazzo…

allora ho pensato… dobbiamo essere messi proprio male, se ci vergogniamo di star bene…

forse è per questo che sono affranto, forse è per questo che non vado più a pescare, perchè mi fa paura sapere che volendo… VOLENDO… posso stare bene. Continue reading

i tentativi dell’anima

l’anima ci prova continuamente a farsi ascoltare, a metterci davanti il suo programma.
ci prova in mille modi dei quali di solito non ci rendiamo conto fino a quando succede qualcosa, quel qualcosa che ci fa dire… ecco perchè è andata così… ma con una presa di coscienza profonda che viene da qualcosa di profondo che molto spesso, specialmente all’inizio, non sappiamo nemmeno verbalizzare, si arriva proprio davanti ad una presa di coscienza che è pura, è densa di informazioni che non sappiamo spiegare a nessuno, nemmeno a noi stessi ma che… ci fa dire… ho capito.

in questo scritto spiego molto sommariamente il mio percorso fino a qui, fino alla mia guarigione, fino alla mia comprensione.

è uno dei tanti modi che l’anima ha trovato, per ognuno di noi è diverso, ma lo scopo finale è uguale per tutti.

(a fine articolo l’audio della serata in cui si è discusso questo tema su RadioVisioneAlchemica) Continue reading

Da chi scappi?

Il mondo che ti circonda è esattamente quello che tu vuoi. non c’è una sola cosa del tuo mondo che tu non l’abbia voluta e desiderata così tanto da arrivare a viverla. Il punto non è cosa materialmente tu stai vivendo, non c’entrano nulla le persone, non c’entrano nulla gli eventi ma solo cosa tu fattivamente stai emozionando (cioè l’emozione … Continue reading

ingratitudine o inconsapevolezza?

Proverbio: “Prima di fare del bene, assicurati di poter accettare l’ingratitudine che ne deriverà“. Posso dire che è strano ma relativamente vero. C’ho pensato moltissimo prima di postare questo “scritto” perché è facile che venga frainteso, ma credo che sia bene parlare anche di quest’altra verità. Io non riuscivo a capire perchè, alcune persone aiutate da me in situazioni molto difficili poi … Continue reading