AutoOsservazione, obiettivi e coscienza collettiva

,AutoOsservazione e coscienza collettiva Si dice, in alcuni ambienti esoterici o scuole evolutive, che per alcune cose bisogna iniziare dalla fine… dal obiettivo. Bisogna porsi un obiettivo finale. Bisogna però sapere anche che, ciò che creiamo, è sostanzialmente ciò a cui diamo importanza adesso, dalla profondità di noi stessi. Se diamo importanza al presente, a ciò che sta accadendo adesso … Continue reading

Da cuore a cuore

“Rendi conscio il tuo inconscio, altrimenti lui comanderà la tua vita e tu lo chiamerai destino” (Carl Gustav Jung). A me piace dire che, “il destino è già scritto, ma è anche totalmente riscrivibile”. Basterebbe prendere coscienza del fatto che c’è, in ognuno di noi, una parte di noi stessi, che silenziosamente determina tutto, anche ciò che chiamiamo destino. A … Continue reading

Nei momenti difficili nostri e dei nostri cari

nel silenzio della mente si può ascoltare e comprendere il messaggio dell’anima, quella voce interiore che chiede sempre e da sempre di essere ascoltata e che, dopo un lungo periodo di non ascolto si trasforma in un tormento interiore fino a generare sofferenze sul piano materiale, fisico, sociale, ovunque.
il senso del silenzio interiore è forse una delle cose più importanti da comprendere, ancora prima di avviare un “viaggio interiore”, per dare un senso al nostro percorso di vita e per rendere possibile l’utilizzazione consapevole di quel che da tutto questo lavoro emergerà.
Buona Lettura. Continue reading