Cose che si ripetono

Ci hai fatto caso che certe cose vanno un po’ a periodi?
Hai notato che ci sono periodi in cui certe cose si ripetono frequentemente?
Perché?

Ciò che è successo nella parte materiale della tua vita, ormai è successo.

Ma se continui a pensarci, dentro di te sta ancora accadendo, si sta ripetendo continuamente in te e questo, inconsapevolmente cercherà coerenza nella vita materiale e quotidiana, senza saperlo, “te le vai a cercare”.

C’è una parte di te, IN TE, che “aveva bisogno” di tutte le “lezioni” che in questa “disavventura materiale” ti stanno accadendo, lezioni che adesso, se le “vedi”, stanno emergendo.

Riesci a vedere la lezione PER la tua anima?
Si, PER la tua anima.

È l’anima che ha scelto questo insieme di cose per fare la sua esperienza nella materia, ma ha bisogno anche di te, della tua presenza, della tua attenzione.

Ciò che sta continuando ad accadere, ad accaderti, prima di accadere nella materia e nella società, sta accadendo in te mentre ci pensi e ripensi, rivivendolo nella tua percezione interiore ma senza la tua consapevolezza.

Riesci a vederlo?
È vero che ad ogni altro ostacolo che incontri, tu dici la fatidica frase:
Lo sapevo io!!!
È vero?

Sì, tu lo sapevi già perché inconsapevolmente hai creato tutti i presupposti per farlo accadere.

Non l’hai fatto mentalmente, non l’hai ragionato mentalmente ma, ad un certo livello di profondità, hai fatto in modo che tutto ciò ti accadesse.

Ti accorgi di quel sottile e latente sorriso che si abbozza sulle tue labbra appena scopri di aver ragione della tua “pessimistica previsione”?

Quando l’ho scoperto io in me, ho combinato un casino perché non sapevo chi fosse questo “sabotatore(?)” Interiore.

Adesso però, cosa si può fare?

Si può finalmente vivere l’esperienza, seppur disavventura, ma in modo completo, senza distrazioni, senza fuggire, senza dar colpe a nessuno e soprattutto senza dar colpe nemmeno a te stessa!

Vivi pienamente l’esperienza, sentila anche (e soprattutto) nel corpo, senti cosa ti succede dentro.

Non falsare la parte fisica di questa esperienza spostando la responsabilità altrove, anzi, non cercare proprio i responsabili materiali!

La vera responsabilità di tutto quello che è accaduto o sta accadendo sta in un livello di profondità che evidentemente ancora non hai visto e che probabilmente non hai ancora abbastanza conoscenza per vedere, sentire e consapevolizzare.

Da qui, leggi lentamente:
Quindi fermati, ascolta dentro, non dar colpe, senti in modo completo ciò che stai vivendo.

La tua anima sta chiedendo questa esperienza ma la vuole fare in modo completo.
La completezza dell’esperienza richiede anche la percezione fisica e cosciente di tutto ciò che sta accadendo, IN TE!

L’anima si è incarnata in te per entrare nella materia e per fare anche un’esperienza fisica.
Ma lei è verità e come tale, vuol fare un’esperienza vera.
Se dai la responsabilità o ancora peggio la colpa a qualcuno, tu stai spostando il tuo focus, in questo modo tu stai falsando la tua percezione dell’esperienza del momento perché ciò che stai vivendo ora, sta accadendo nella tua vita, dentro di te, adesso! qui, ora.

Gli altri, sono solo attori, con le loro “peculiarità caratteriali” che in qualche modo la tua anima ha chiamato (proprio per le loro caratteristiche) per fare in modo che ti creassero questa tua “condizione interiore” del momento, di questo momento.

La stessa cosa hai fatto, stai facendo e continuerai a fare tu per gli altri, inconsapevolmente, sempre.

Se lo farai nel giusto modo, ti accorgerai di qualcosa di nuovo.
Sentirai inevitabilmente una sensazione di liberazione da qualcosa.

Se non lo farai correttamente, si dovrà ripetere l’esperienza nella materia.
Di nuovo i ladri, di nuovo le gomme bucate, di nuovo quella serie di accadimenti fastidiosi che ti stanno mettendo in crisi.

Succederà, non potrai evitarlo, fino a quando non ti permetterai di vivere pienamente l’esperienza in te stessa.

Sii furba, accetta la lezione del momento, vivila pienamente, senza scappare in nessun altro modo.

Se vuoi approfondire, leggi l’articolo successivo che ne parla in modo più dettagliato.